La startup californiana Luma AI, specializzata in intelligenza artificiale, ha lanciato Dream Machine, che promette di modificare profondamente il settore della produzione video.

Cos’è e come funziona Dream Machine

Dream Machine è uno strumento che, sfruttando l’intelligenza artificiale, consente di realizzare video realistici a partire da prompt testuali.

L’utente inserisce una descrizione testuale, spiegando i particolari del contenuto, e in pochi minuti Dream Machine genera una clip di cinque secondi che riproduce fedelmente la scena descritta. In più, consente anche di caricare immagini che è possibile animare, sempre partendo da un prompt.

Insomma, uno strumento text to video simile alle altre funzioni di AI generativa, come Sora di OpenAI, ma con qualche differenza.

Uno dei punti di forza di Dream Machine è la velocità: può generare 120 frame in 120 secondi. Anche se, in alcuni momenti della giornata, i tempi di attesa possono superare l’ora. Per esempio durante l’ora di pranzo; mentre l’attività è più bassa durante la mattina.

Quanto costa l’AI di Luma?

Dream Machine è disponibile gratuitamente per chiunque abbia voglia di utilizzarlo sul sito web di Luma AI. Naturalmente, senza la sottoscrizione dell’abbonamento ci sono dei limiti, quali la possibilità di generare non più di 30 video al mese e la presenza di un watermark.

Sebbene ancora in fase iniziale, il mercato dell’AI generativa si sta impegnando a migliorare costantemente la qualità e la coerenza delle loro tecnologie.


Il potenziale di Dream Machine, come anche degli altri sistemi, è immenso e potrebbe rivoluzionare interi settori, come il marketing, l’intrattenimento, la pubblicità o l’istruzione,

Tuttavia, ci sono delle questioni etiche da tenere in considerazione. Primo fra tutti un utilizzo improprio, come la creazione di deepfake, la disinformazione e la violazione dei diritti d’autore.

Dall’altra parte, non si può nascondere che l’introduzione di Dream Machine rappresenza un ulteriore passo avanti che mette in luce i progressi che startup e colossi tecnologici stanno facendo all’interno del settore dell’intelligenza artificiale generativa.

Alla prossima

Mr.TikTok